Translate

venerdì 24 settembre 2010

Le mie parodie: Biografia di me medesimo




Incolti e ineruditi lettori, come voi ben sapete leggo sempre con vivo interesse i vostri commenti che trovo sempre gustosi e arguti ma, visto che ultimamente sto scrivendo post un tantinello incazz… ehm, SERI, penso che potrei permettermi senza dubbio un po’ di fine auto-umorismo. Sono felicissimo che esista un piccolo fan club a mio nome e che, addirittura, alcuni di voi abbiano scritto una tesi sui miei modesti lavori pubblicati. Senza parlare della canzone ispirata al mio racconto “Logica di mercato!”. Grazie, grazie e ancora grazie! Ormai mi seguite da un po’ e quindi sapete che, scrittura “seria” a parte, sono anche un po’ ironico (per non dire proprio bastardo) ragion per cui ho pensato: cosa accadrebbe se il sottoscritto, tra circa duemila anni fosse (per caso) ricordato dai posteri? Ed ecco qua, tratto fresco fresco da Da Tikkio-sui-pedes (l’Enciclopedia dei Nerds) cotanta biografia letteraria:

Massimo Valentini (Max Valantain per i british)

Nato a Svervegia nel 1973. Fin da piccolo mostrò una spiccata attitudine alla scrittura scrivendo sui muri della scuola: “la maestra è nà rompiballe, io NO! La maestra è nà rompiballe, io No! La maestra è nà rompiballe…” e via di seguito. Vinse il premio “Bambino Scrittore Prodigio” che lo promosse in quinta elementare senza bisogno di sostenere gli esamini. La famosa frase del film “Blade Runner” che recita “Ho viste cose che voi umani non potete neanche immaginare” in realtà la coniò lui dopo aver visto per la prima volta qualche foto di un gruppo di alieni (politici italiani) impegnati in un comizio elettorale. Si narra che il celebre scrittore Philippo Che Kappa Diko gliela rubò durante una visione mistica dovuta a un momentaneo consumo di mezzo chilo di anfetamine. Valentain scriveva per divertimento, aggratis, ma fu anche giornalista, opinionista tv (in reti di altissimo livello quali Rete Fantasma e Italia 8 per Mille) Puliscigabbie Bilaureato in un negozio di bestie (no, non era il Parlamento italiano, tranquilli) Divulgatore e, badabem, badabim, badabam, anche Agente Segreto Esperto in Tattiche Militari. Famosa la sua missione, da cui trassero un film sulla sua vita, “Agente Penna Scarlatta: Licenza di scrivere”.  


Dopo aver vissuto come Scrittore Fantasma fino all’età della ragione (diciotto anni, sei mesi, venti secondi e… ma quante ne volete sapere!!!!) si rese conto di scrivere meglio di evidenti Teste di Cocco come i vari Falsetti, Smocciolo, Freyer e Involo e quindi decise di scrivere le proprie ciofeche sotto il suo vero nome. Secondo il sacro testo della nota esperta letteraria Prof.ssa Grand Expert, Illuminat, La Pisana,  nota lettrice di Libri della Madonna, sua attuale biografa, fu un genio talmente incompreso da mandare da uno psicologo il suo stesso psicologo che cominciò a chiedersi “Ma io cosa ci faccio qui se Valantain dice che non esisto? Boh!” Viene ancor oggi ricordato con affetto da una miriade (una decina più o meno) di fans che dichiarano di avvistarlo, moderno Elvis degli Scrittori, in posti come Metropolis o Mc Donalds, note librerie del Sud.


Opere:

Prima Generazione

1.1 Alfa e Omega (trattato religioso)

1.2 Ultima Thule (ma anche la Prima)

1.3 Quattro Ciofeche Azzurre

1.4 Sulle ali di una Gnocca

1.5 Gabbiani sulle Stalle

1.6 Antartide? Non ci vado, grazie! (non accreditato)


Seconda Generazione

1.1 Secundus (il primo mi è piaciuto)


Nota: di questa generazione esisterebbero altri libri ma sembra siano ancora segreti e affidati alle capaci mani degli esperti avvocati dello studio “Trangugia & Divoora” che intendono utilizzarli allo scadere di ogni millennio come le profezie di Nostradamus

La debilitante dipendenza da una forma di droga chiamata “Pizza”, sostanza stupefacentemente buona di cui, pare, fosse ghiotto, lasciò a Valantain numerosi strascichi, tra cui va ricordata la tendenza a rimanere immobile a guardare il Vuoto per ore seduto davanti a un foglio bianco sotto influsso religio-scrittoriale da Visione Pre-Descrittiva, mentre nella sua mente geniale si formava l’immagine di una Scimmia che sbatteva ripetutamente due piattelli, simbolo della sua altissima capacità artistica. Giova ricordare che tale capacità, da alcuni definita “Dello Sguardo Fino”, gli fornì anche un occhio disincantato con cui guardare la realtà del suo tempo (da lui definita Realtà di Merda), immaginare ogni genere di torture ai danni dei bimbominkia e uno stile della Madonna. Per esempio, è famosa la teoria del Dr. Yo-lo-so-e-tu-no, scienziato sino-pakistano-russo-giapponese, che affermò che leggere un libro di Valantain equivarrebbe a sperimentare visioni misticheggianti dovute alla sua intrinseca perfezione. Sua fu,  l’idea della “Oloterapia di tipo Z-eta”, descritta per la prima volta nel suo racconto breve “Logica della Sagra” che consisteva nell’immaginare una tortura per chiunque leggesse, e osasse apprezzare, storielle di Vampiri Bimbominkia e zoccolette quattordicenni arrapate da pedofili quarantenni. L’idea in questione si basava su un complicato macchinario di stimolazione mentale teso a dotare di almeno un singolo neurone il cranio di tali individui. (notoriamente adibito a porta-oggetti di robetta fashion come i preservativi di Hellò Checcha) Nonostante la magnificenza di questo racconto, l’esperimento fallì. Valantain fu anche invidiato, quando ancora non era nessuno, da colleghi di lavoro particolarmente mattacchioni, semplici coglioni, femmine isteriche, e depravati bisessuali. Costoro, plurilaureati in Dementologia Applicata presso l’Università della Pastetta di Svervegia, cominciarono a tentare di sedurlo prima e criticare poi per nascondere la loro pochezza in campo sessuale e lavorativo. Nota l’eclettica ma posata risposta del Genio Valantain a tali individui: “Ma annate a Fanc!” poi copiata da altri suoi Veri Colleghi che la immortalarono per i posteri nelle rispettive opere. Ivano Il Terribile 32°, scrittore specializzato in Angeli, Demoni & Pipistrelli, descrisse efficacemente tali individui nel suo magnifico romanzo “Cronaca di una Gitarella Infernale” dove immagina tali biechi deficienti impegnati a inghiottire lo stesso sterco che produssero in vita carezzati con nerbate sulla schiena da Caronte. Quando ormai il Nostro Genio si apprestava a pubblicare il suo “Gabbiani Sulle Stalle” il sempre più nutrito gruppo di fan, ormai ingranditosi di un paio di persone, chiese a gran voce nuove rivelazioni sul capolavoro di quel periodo: “Secundus”, romanzo considerato dal Genio in persona come facente parte della sua Seconda Generazione perché assolutamente diverso dai primi libri. A proposito di tale libro, letto e approvato dalla giornalista Antonella Nerazzurra, sua gloriosa fidanzata, i critici sono in dubbio su come classificarlo. Secondo i fan sarebbe il capolavoro del millennio, secondo i critici la prova evidente di una sospetta demenza senile. Comunque i libri seguenti, alcuni dei quali appartenenti alla Seconda Generazione e altri no, risentirono del nuovo stile valentiniano. “Secundus”, però, fu ferocemente stroncato dal critico Marcantonio Baciapile. I fan di primo pelo si dissero disgustati dall’atteggiamento della critica che approvava le scorregge, pardon, i libri di teste di rapa colleghe di Baciapile e oscurava Valantain. In realtà, come fu poi appurato dalla Central Intellingence Agency (Agenzia dell’Intelligenza) della Yankee University, si trattava di un complotto ordito da tutti coloro che, non sapendo scrivere uno straccio di racconto che non contemplasse le solite lesbiche, minchioni e poesie defecatorie alla moda, consideravano il materiale del Nostro come sovversivo.




Vita & Miracoli

“Secundus” inaugurò comunque il periodo d’oro del Nostro Autore (affettuosamente ribattezzato dal suo Comitato di Lettrici “Fedewichi, lo scrittore che sa tutto tranne lo sport e le parole in dialetto”. Tra l’altro il comitato in questione fu istituito per impedirgli di commettere adulterio con la propria Musa Ispiratrice Extraterrestre, Gnocca Da Althaira). Infatti in un impeto di Estasi Artistica, Valantain scrisse altri romanzi, assolutamente misteriosi, che diceva dovevano portarlo per la manina a comporre il suo “The Ultimate Romance”, impressionante Super Romanzo Di Tutti i Santi che lo avrebbe consacrato alla Gloria Eterna nell’Olimpo degli Scrittori Superfighissimi. Nessuno ne sa ancora niente ma è prevedibile che, dato il suo continuo riapparire sotto gli occhi dei fan qua e là, Valantain sia vivo e vegeto e continui a scrivere come un forsennato. Intanto “Secundus”, innovativo romanzo impastato di Arte dalla prima all’ultima parola, sembra possieda proprietà mistico-ipnotiche capaci di cambiare all’istante una capra in un lettore colto. Bollato come sovversivo dai soliti baciapile Italioti resta comunque, al pari di tutte le sue opere, un romanzo di nicchia perché comprensibile solo dagli individui, umani e non, con un briciolo di intelligenza nella capoccia. Il libro è infatti talmente misterioso per i non Iniziati da fornire materiale altamente speculativo a tutti i geni letterari di tutti, ma proprio tutti, i tempi. (una leggenda metropolitana dice che il famoso fascicolo de “La settimana Enigmistica” prese spunto da “Secundus” per comporre le sue note parole crociate). Il libro è sempre un successo planetario, al momento dsitribuito in America dalla Casa Editrice Black Holes la cui direttrice Editoriale, Jenna Jameson, ha deciso di distribuirlo nel Gotha di qualsiasi opera d’arte mondiale: i bagni degli autogrill.



Frasi celebri di Valentain:


“Amo i miei personaggi. Per questo cerco di escogitare  per loro delle vite di merda!”

“Dio esiste ma non è qui. Altrimenti perché mai avrebbe permesso che la stampa girasse su carta così scomoda da usare al posto della carta igienica?”  
“Per il mio racconto ‘Il Mondo delle Zoccole’, ho pensato a un imperatore alieno di nome ‘Papi’ che inventa ginoidi difettose modello ‘Papy Girls’, che invece di restare nei bordelli se ne vanno a zonzo a pontificare di stronzate nella stanza dei bottoni. Il racconto piacque molto alla mia editrice americana, Jenna Jameson, che infatti lo usò per i suoi spettacoli di profonda erudizione carnale nei cessi degli autogrill.”



Curiosità:

“Secundus” è un chiaro romanzo sperimentale. Si vede chiaramente dal fatto che un lettore plurilaureato ad Harward non ci capisca una mazza. Intervistato sul fenomeno, Valantain avrebbe risposto: “Neanch’io!”

Molti dei racconti di Valantain e dei romanzi sono stati adattati al mondo cinematografico. Tra questi:

“La Donna che s’incazza nel vento” di Ronald Ecchecatz, in cui uno scrittore frustrato, Mister M, se ne va in Norvegia per non sentire gli strepiti della fidanzata incavolata del fatto che lui vuole scrivere anche sulla carta igienica nei momenti… intimi.

“Il mare della smemorata” di Giovanni The Carpenter: La storia di un vecchio rimbambito che torna ai luoghi della sua adolescenza per ricordare dove aveva nascosto, a dieci anni, la sua prima raccolta della rivista porno “Le Ore”.

“Antarctica”, di Giames Camerone, regista Italo-Americano che narra di un tizio alla ricerca della “Luce Ineffabile”, la gnocca.

“Logica da Mercato”, per la regia di Christian De Sica. In questo film si parla di tette, culi e delicatissime battute dichiarate ARTE VERA dal ministro della (D)Istruzione Sandrocchio Botondi. In esso un commesso fissato col bel canto passa il suo tempo al mercato tra vacche convinte di saper cantare e intelligenti veline senza cervello.


Dicono di lui:


Secondo il critico gay texano Nembo The Blowjob, docente di Letteratura Moderna e Psicosi omosessuale all'Università del Dick, Valantain era "uno scrittore che sapeva scrivere in perfetto italiano, ma con l’alloro in testa. Nel complesso, un pezzo di gnocco!”

Di diverso parere il suo collega tedesco Max Von Tamar, eminente esperto che scriveva, previo scongelamento dei suoi tre neuroni, sul giornale alternativo “Stronzate Quotidiane”. “Valentain era un coglione che scriveva senza mai capire un cazzo di niente. Ecco, si quella è una sua foto. Porco cane, ma quello è uno specchio!”

Rincara la dose l’esperta letteraria Giuly Gardaland, docente di Alfabetismo Orale e Sesso Prepuziale dello studio di ingegneria “Such – a - dick, di Londra: “Max Valantain era in grado di farmi venire le mestruazioni solo a vederlo. Certo, certo, è l’autore che più mi è piaciuto. Infatti lo odio, porco Kairos, se lo odio!”

Al momento i fan sono in estasi mistica in attesa di rivederlo per fargli foto, scrivere sul suo blog misteriosamente attivissimo, e raccontare dei Misteri Mariani della sua ubicazione castroliberese o saporitana.



Massimo Valentini



91 commenti:

  1. Stavolta commento anch'io perché vorrei proprio sapere... ma cosa hai fumato, Massimo??? Insomma in questo post se ne leggono delle belle (tra cui la Jameson, Lei è un buongustaio, lo sa?) e vedo che non ha risparmiato sul sarcasmo! Mi sa che dopo aver scritto questo, ha dovuto soffiare sulla tastiera per raffreddarla. Cmq aggiungo che Valantain fu anche un pochino ladro di battute, perché quella dei gabbiani sulle stalle era di Ivano il Terribile 32esimo! Si ricorda, Sig. Valentini? "I Guardiani delle Stalle, dedicato agli scrittori che dovrebbero fare i pastori" (ovviamente NON era riferito e Lei). Ma che altro dire? Questo post è una SUPERFIGATA!

    V a l e n t i n i r u l e s.

    Un saluto a tutti!

    Ivan

    RispondiElimina
  2. Lei è un GENIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!

    Wow, wow, wow, wow, wow, wow, wow, wow, wow!!!!!


    Sandra

    RispondiElimina
  3. Secondo una mia amica cui ho fatto leggere "Quattro ombre azzurre" lei è una persona speciale ma si sbaglia: lei è unico!

    Mirella

    RispondiElimina
  4. Sto ancora ridendo!!! Lei è un grande, grandissimo uomo!

    Marcello

    RispondiElimina
  5. Mamma mia che ridere! Cavoli se è bastrado! Immagino che sia tutto vero anche se lei lo ha volto in chiave parodica. Artista non le basta? Genio allora! :-)

    Sonia

    RispondiElimina
  6. Più leggo questo post più è divertente! Ma come fa? Lei potrebbe scrivere di qualsiasi cosa in qualsiasi modo!!!

    Quanto ai detrattori, se pure osano esistere simili idioti, è perché non capiscono nulla o, più vilmente, sono invidiosi!

    W Valentini!!!!!!


    Mara

    RispondiElimina
  7. Se qualcuno mi dicesse che esiste uno come lei probabilmente non ci crederei. Lei è un pazzo, un folle, un incredibile scrittore! Un mito!

    Vanessa

    RispondiElimina
  8. Grandissimo post! Divertentissimo :-)

    Marika

    RispondiElimina
  9. Stupendo! Lei è semplicemente un artista stupendo!


    Serena

    RispondiElimina
  10. Immagino ti sei levato qualche sassolino... Bene hai fatto, amico mio. Ah, dimenticavo: hai ragione!


    E. Stefanin

    RispondiElimina
  11. Meraviglioso post! Effettivamente si sentiva la mancanza del suo lato parodico. Bastardo? Lo è ma è bene sia così! Una cosa sola: se noi del club avessimo la possibilità di incontrarla la richiesta di una foto di gruppo non sarebbe una remota eventualità!

    Barbara

    RispondiElimina
  12. A parte la divertentissima esperienza del leggere questo nuovissimo post, una cosa balza subito all'occhio... che riesce a fare autoironia piuttosto pesnate anche su se stesso e questa èè una cosa che ammiro.


    Viviana

    RispondiElimina
  13. Bene, copio e incollo questo post, lo stampo e lo appendo al muro del club domani! Troppo bello!!!!

    Monia

    RispondiElimina
  14. Stupendo!!!!


    Azzurra

    RispondiElimina
  15. WoW!!! Questo post è spettacolare e divertentissimo... Sono certa che tutto quello che ha scritto in chiave ironico-bastarda siano reali esperienze ed incontri... brutta bestia l'invidia che suscita! E chissà che qualcuno di questi "simpatici" personaggi non segua anche il suo blog...senza commentare ovviamente... Bene bene... colpiti e affondati!!! Complimenti!
    Veronica

    RispondiElimina
  16. Grande Valentiniiiii!!!!!!!!!!!! :-)

    Paola

    RispondiElimina
  17. In merito ai presunti tizi che potrebbero invidiarla o criticarla direi che non esiste un motivo di preoccuparsi: l'invidia è riservata solo a chi fa paura. Evidentemente costoro sono pchezze.

    Elena

    RispondiElimina
  18. Post meraviglioso! Solo una persona eclettica veramente poteva autoparodiarsi e nel frattempo beffare anche altri. Complimenti!


    Sara

    RispondiElimina
  19. Penso che una persona eccezionale poteva fare ciò che ha fatto lei: scrivere un post di questo tipo. E' sempre facile prendere in giro chi non ci piace o chi ci è antipatico. Il difficile è fare dell'autoironia. Lei è sempre meglio!

    Franco

    RispondiElimina
  20. Gustosissima la sua nuova "creazione". COmplimenti. Mi piacerebbe moltissimo stringerle la mano!

    Chiara

    RispondiElimina
  21. Beh questo post è una gran bella dimostrazione di cosa può fare, anche scherzando, uno scrittore vero.


    Elisa

    RispondiElimina
  22. Veronica e Stefanin dicono "colpiti e affondati". Verrebbe da chiedersi chi è così deficiente da osare dire una parola negativa sul suo conto. Comunque non si preoccupi degli idioti: sono la razza principale al mondo. Ma questi, gli idioti, sono i mediocri di sempre, non importa se ottengono contratti a dieci zeri. Sempre mediocri restano


    Stella

    RispondiElimina
  23. Se esistesse una parola che significasse più che genio la userei per lei. In mancanza di meglio, GENIO!!!! è la sola parola che la caratterizza!

    Linda

    RispondiElimina
  24. Lei non è umano: è troppo in gamba!


    Martha

    RispondiElimina
  25. Dubito che uno come lei possa mai scrivere cose meno che ottime. Non ha mai pensato a scrivee anche in generi diversi dal Fantastico o della Fantasceinza? A mio avviso lei scriverebbe benissimo qualsiasi cosa. Cmq i miei complimenti... :-)

    Katia

    RispondiElimina
  26. Bravissimoooooooo!!!!!!

    Erica

    RispondiElimina
  27. Quanto vovveri conoscerla dal vivo! Quando farà le nuove presentazioni riveli le date, please!

    Eleonora

    RispondiElimina
  28. Mitico post, un mito Valentini!

    Cristina

    RispondiElimina
  29. Lei è incredibile! Incredibile come i suoi capolavori!

    Voglio leggere Primus!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Vanessa

    RispondiElimina
  30. Chi invidia e detrae una persona competente raramente ha ragione: in genere è solo un deficiente!


    Lorenzo

    RispondiElimina
  31. "Parlate di me, come volete, purché parliate di me" diceva Napoleaone. Sono certa che il suo talento la porta a mescolare realtà e fantasia in modo non diverso da quanto faceva P. K. Dick anche se trovo il suo stile molto più poetico e toccante in certi casi, più descrittivo in altri. Guardi, l'importanza di un uomo si verifica non dagli amici che ha ma dai suoi detrattori. L'importanza di una artista dal numero di detrattori, incompetenti o gente normale ma che non lo capisce. Gli artisti sono rari e lei è raro essendo proprio questo. Il suo nuovo post è molto, molto bello. Penso che quando sarà qui da noi una bella presentazione sarebbe d'obbligo. Spero che il suo nuovissimo romanzo possa esere pubblicato presto. Quanto a "Gabbiani delle stelle" lo comprerò per prima.

    Un'ultima cosa: deve essere difficile immaginare una parodia di libri come "Ultima Thule": questo denota che, qualsiasi cosa lei abbia passato, ha girato la boa. Ogni volta che la leggo mi pare di scorgere una nobiltà diversa nel suo animo. Ho eserciotato a lungo nel campo della psicologia ma vorrei davvero conoscerla anche se, temo, farei la fine del suo psicologo :-) con un artista non si scherza se si possiede un po' di sale in zucca. Complimenti vivissimi!

    altro ps (le assicuro che è l'ultimo): ho citato "£Ultima Thule" che praticamente è unr omanzo perfetto. Adesso più che mai sono curiosa di leggere "Primus"!

    Margherita (La Pisana)

    RispondiElimina
  32. LEi è. Tutti gli altri non esistono!!!!!!!!

    Ornella

    RispondiElimina
  33. Buongiorno a tutti! Divertentissimo come al solito questo posto. Il nostro idolo dimostra una capacita' rara che e' quella dell'autoparodia. Lo ammiro molto x questo. A parte l'abilita' di saper scrivere cosi anche un posto come questo io non sarei riuscita a parodiare cose bellissime come i suoi racconti. Valentini e' un mito.

    Monia

    RispondiElimina
  34. Divertentissimo!

    Paolo

    RispondiElimina
  35. Divertentissimo! Lei e' assolutamente geniale

    RispondiElimina
  36. Bellissimo posto

    Lina

    RispondiElimina
  37. Wow se mi sono divertita con sto posto! Grandisissima figata

    Jessica

    RispondiElimina
  38. Lei e' un uomo imprevedibile. Che bello leggere i. Suoi posto!

    Stefania

    RispondiElimina
  39. Fantastico post!!!!

    Lina

    RispondiElimina
  40. Genio, genio e ancora genio!
    Solo lei mi piace in questo modo quando scrive di qualsiasi cosa!

    Vincenzo

    RispondiElimina
  41. Si vede da ogni singola parola che lei è uno che sa scrivere di quel che vuole e quando vuole. Questo post ne è l'ennesima dimostrazione. Secondo me un piccolo capolavoro di umorismo, beffa e sintesi di tutto ciò che può considerare inutile o vanaglorioso. Inoltre lei non si limita, come farebbe chiunque, a parlare in senso negativo di altri, lo fa anche di se stesso. Questa cosa le fa onore. Ecco perché comprerò ogni suo nuovo libro ad occhi chiusi. Lei ormai è il mio scritto preferito.


    Marcella

    RispondiElimina
  42. Beh, io non mi intendo di questioni residenziali, Saporito o Castrolibero, però ho visto Valentini con Antonella dove lavoro. Non faccio il nome del locale ma ho avuto la fortuna di vederli da molto vicino! :-)

    Loredana

    RispondiElimina
  43. PEr quanto mi riguarda esiste solo Valentini. Alle ragazze del fan club chiedo solo una cosa: di annunciare su queste pagine qualsiasi loro iniziativa sia raggiungibile anche dalle nostre parti. Sarebbe bellissimo se esistessero diversi fan club tra loro gemellati. Credo che i libri di Valentini meritino questo ed altro e che siano bellissimi e anche troppo per un panorama noioso quanto quello italico.


    Lara

    RispondiElimina
  44. E chi lo ha dtto che questo sarebbe uno scrittore? Uno che parla solo di America e disconosce il propio Paese, la propria terra!!!! Bravo, bene, con tutte le cose belle che ci sono nella nostra terra. Il vero scrivere è celebrare la propria terra non quella degli altri. Qui ci sono tanti talenti orgogliosi di questa nostra madre che ci ha dato la vita. E voi che lo leggete pure! Lo osannate! Ma chi sarà mai? Ma quante sciocchezze ho letto in questo blog, a partire da quelle sulla stampa. Lesbiche e minchioni? Ma pensate alle schifezze sue piuttosto. Ignorare le minoranze è segno di grande intelligenza. Aprite gli occhi!

    Vediamo se avrà il coraggio di pubblicare il mio commento!

    RispondiElimina
  45. Ci vuole davvero un grandissimo coraggio e anche modestia per scrivere un post del genere ironico verso se stessi. Il mio plauso più sincero!

    Ps: post divertentissimo!


    Ivane

    RispondiElimina
  46. Per Loredana

    Io li vedo spesso all'iper. Sono spesso al McDonald dove mi fermo col mio ragazzo per un gelato o un panino.

    Eliana

    RispondiElimina
  47. Caro amico o amica che hai coraggio da vendere scrivendo le tue osservazioni senza neanche uno straccio di nome per firmarti fossi in te mi guarderei allo specchio prima di giudicare qualcuno. Soprattutto se questo qualcuno scrive come si deve mentre tu, ci scommetto, forse riesci a scrivere 'che' con 'ke'. Complimenti a te. Fatti rifare di nuovo da tua madre.

    Marcello (cs)

    RispondiElimina
  48. Si potrebbero rispondere tante cose e a questo punto capisco molte delle cose che il Nostro ha cosi' sagacemente sottolineato con questo post. L'invidia della gente è un fatto, squallido, ma resta un fatto, e come diceva Dante, "Non ti curar di loro ma guarda e passa!" Allo sconosciuto che si permette il lusso di criticare risponderò che le sue osservazioni non sono solo campate in aria ma del tutto idiote. Non c'è una sola parola coerente. Chi lo ha detto che Valentini scrive solo di America? Non sai che un artista non si limita solo alla propria terra ma non per questo non la ama? Vergognati invece di scrivere sciocchezze di questo tipo. Fossi stata io Valentini non solo me ne sarei infischiata di queste cretinate che dici ma avrei cancellato senza problemi il tuo commento. Quando si critica bisogna saperlo fare altrimenti si è solo ipocriti cretinetti senza cervello.


    Francesca

    RispondiElimina
  49. MA come ti permetti??????Ma chi sei tu!!!!! Forse perché sei un invidioso di prima categoria? Ma cerca di imparare almeno a scrivere una frase di senso compiuto e quando lo hai fatto TACI CHE SPUTI SOLO IDIOZIE! Tu Valentini non lo devineanche pensare, hai capito? E la prox volta che ti permetti di commentare abbi almeno il coraggio di firmare le tue cazzate invece di essere anonimo!

    Monia

    RispondiElimina
  50. "particolarmente mattacchioni, semplici coglioni, femmine isteriche, e depravati bisessuali. Costoro, plurilaureati in Dementologia Applicata presso l’Università della Pastetta di Svervegia, cominciarono a tentare di sedurlo prima e criticare poi per nascondere la loro pochezza in campo sessuale e lavorativo."

    Tu che scrivi stronzate senza neanche rivelare il tuo nome devi far parte di una di queste categorie. Dimmi solo una cosa: quanto sniffi per dire simili perle di saggezza? Ma vai a lavorare che è meglio!

    Ps: signor Valentini le mie scuse. La prego, però, di non postare più certe cose. Sinceramente a mio modo di vedere le cose si tratta di poveri mentecatti.

    Marcello

    RispondiElimina
  51. X Mister o Miss Anonimato: comodo eh, scrivere le meglio porcate senza metterci la propria firma. E tu saresti quello che fa osservazioni serie e noi quelli che crediamo alle favole? Perché questo stai dicendo. Ma vergognati e cerca di studiare qualcosa invece di smanettare al pc pescando noccioline con una mano e mettendoti le dita nel naso con l'altra. Questo è un posto serio per gente seria non per pagliacci come te!

    Franco

    RispondiElimina
  52. Ormai mi considero di casa qui e per questo mi permetto di suggerire al Nostro di cancellare quello stupido commento. Io non rispondero' al suo autore perché tanto le nullità non hanno diritto di replica, ma solo ribadire il mio pensiero in tutta umiltà. Non credo lei debba dimostrare qualcosa a qualcuno e quindi cancelli pure quel commento. Capisco che per chi, come lei, èavanti le difficoltà portate da gente scema o solo invidiosa, debbano essere tante, ma penso che proprio per questo a casapropria ciascuno fa come vuole. Questo blog è casa sua e sta a lei decidere. Io però cancellerei quelle frasi stolte frutto di una mente stolta. Inutili e ridanciane non possono insozzare questo spazio. Le critiche serie sono SEMPRE rispettose e dette in tutta sincerità. L'invidia evidente, no!

    Margherita

    RispondiElimina
  53. O sei una di quelle che ha cercato di sedurlo o sei uno di quelli che ha cercato di scrivere e ha composto la lista della spesa. In ogni caso, caro\a Nessuno, cambia spacciatore che è meglio!

    Paolo

    RispondiElimina
  54. Ma come osi???? Ma chi sei?
    Da quale stalla vieni tu che non scrivi neanche il tuo nome? Ed hai la faccia tosta di sfidare gli altri? Ma cerca di imparare l'educazione e il rispetto idiota!!!!!!!

    Chiara

    RispondiElimina
  55. Purtroppo i manicomi sono solo un ricordo e i pazzi girano in libertà. Forse cara sconosciuta, tanto sei donna si capisce al volo, non hai capito una cosa: VALENTINI E' UN MITO; CAPISCI? Cos'è fai parte di quelle cretine che scrivono di stronzate e invidiano il TALENTO VERO? Ma tornatene a casa gioca con la playstation e leggiti le favolette della tua terra. Anzi, già che ci sei, seppellisciti pure!

    Sophia

    RispondiElimina
  56. Mi chiedo se la persona che ha dubitato del coraggio di Valentini sul pubblicare il commento conosca il vero significato della parola CORAGGIO visto che non si è firmata. Chissà se si tratta della mestruata descritta in chiusura del magistrale post oppure di qualcuno di quella stampa (che mi fa vergognare di essere calabrese) "pizzi e fichi"...ooops "pizza e 'nduja" di cui ci parla il Nostro. Ahi Ahi qui qualcuno si è sentito pizzicare la coda... sarà mica il fuoco alla paglia? Valentini non farà successo? Forse... del resto i più grandi non stanno nei salotti buoni... quelli li lasciano ai mediocri, a chi per volare ha bisogno del lettone di Putin...
    Touchè
    Veronica

    RispondiElimina
  57. Tu devi ringraziare che qui non siamo a casa mia hai capito? Ma come ti permetti? Chgi sei per dire ste cavolate! Ma vai a leggere i fumetti se li capisci! E la prossima volta, visto che di coraggio di scrivere il tuo nome non ne hai, vai con i tuoi pari, le oche! Valentini non solo non si tocca, non si sfiora neanche!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


    Jessica

    RispondiElimina
  58. E dove sarebbero tutti questi talenti di cui blatera il "commentatore mascherato"? E non parliamo solo di una "terra" (dalli: siamo rimasti agli anni '30!) ma di un Paese! Quali sarebbero, soprattutto, sti' talenti, quelli come te? Quelli che non sanno fare nulla e vanno a spasso col macchinone del papi? O quelli che farebbero di tutto per andare avanti alle spalle di chi le cose le fa col sudore? Fossi Valentini ti avrei già denunciato!

    Sandra

    RispondiElimina
  59. vorrei chiedere al Nostro di cancellare quell'inutile commento. Credo sia un'offesa all'intelligenza la presenza di un/una BIMBOMINKIA tra noi.



    Serena

    RispondiElimina
  60. X chi scrive commenti senza firmarsi:

    sei per caso uno di quelli su cui l'oloterapia per la crescita di almeno un neurone non ha funzionato?

    Elisa

    RispondiElimina
  61. A prescindere dal fatto che Valentini è patrimonio nostro e di tutti gli amanti della vera Arte, mi piacerebbe che chi non è fan per evidente incapacità mentale si astenga dallo scrivere le proprie cavolate su un blog serio come questo. Al mondo esistono tanti posti dove scrivere le proprie sciocchezze. Qui non è aria, qui si scrive sul serio!



    Ornella

    RispondiElimina
  62. Valentini è uno di noi! Chi non lo ama si vede che lo invidia!

    Azzurra

    RispondiElimina
  63. Signor Valentini mi unisco al coro degli altri fan: cancelli le scempiaggini di un'evidente isterica!

    Marzia

    RispondiElimina
  64. Chiedo al nostro Autore preferito, cui è destinata la mia e penso la stima di tutti i fan, di procedere alla cancellazione di quel commento da idiota.


    Vanessa

    RispondiElimina
  65. Penso che Valentini sia sempre il numero uno. Direi lo "special one" ma questi sono altri tempi. Una persona di provata umiltà e semplicità. Senza contare di Talento Evidente. Al contrario di certi pagliacci che neanche si firmano col proprio nome e poi parlano di coraggio!


    Mirella

    RispondiElimina
  66. Coraggio eh? Già, sarebbe bello se anche gli invidiosi possedessero anche solo una stilla del Talento di Valentini! E invece devono invidiare...

    Marco

    RispondiElimina
  67. A nome del Fan Club chiedo al Nostro di cancellare un commento di un tizio in evidente stato di confusione mentale!

    Chiara e gli altri fan

    RispondiElimina
  68. Non commenterò su cose inutili. Qui voglio solo dimostrare al nostro idolo la mia sconfinata ammirazione e quella di tutti i veri fan. Per noi Valentini è un genio. Ovviamente, per quella mirabile legge dell'equilibrio che è propria della Creazione, al mondo gli intelligenti devono coesistere con gli idioti. Chi segue Valentini è intelligente, chi no...

    Federica

    RispondiElimina
  69. ...Rimango perplessa... Sinceramente non capisco tutta questa rabbia... Sono d'accordo con Veronica... Qualcuno ha una grossa coda di paglia...
    Le critiche se costruttive si accettano sono le offese che non si accettano. Il sig. Valentini ha dimostrato di essere fin troppo Signore pubblicando quel commento che tra l'altro, cm tanti hanno già scritto, non è neanche firmato...
    Bisogna assumersi le conseguenze di quello che si dice...
    Vediamo adesso se questa persona ha il coraggio di presentarsi! (anche se sinceramente... sarebbe dare troppa importanza a gente che nn se la merita...)

    Paola

    RispondiElimina
  70. Sono d'accordo con Paola e Veronica. Ad ogni modo non sono d'accordo, per motivi puramente ideologici, con chi tra i fan dice di cancellare il commento in questione. Non perché appoggi l'idiota, maschio o femmina, che l'ha scritto, ma solo perché mi sembrerebbe di comandare in casa di altri. Infatti questa è casa Valentini e quindi io non posso comandare in casa di altri, mi capiscano gli altri lettori. Penso che Massimo Valentini si sia dimostrato oltremodo onesto a postarlo lo stesso e questo è un altro suo merito. Magari potrebbe non postarne altri, anche perché quando il cervello manca, è inutile dare importanza all'idiota di turno, ma ha fatto bene almeno in questa occasione. La critica, se reale, deve esere esperessa con educazione non così. Chiunque tu sia, un consiglio da amica: quando invidi chi è meglio di te trova il modo di essere anche intelligente e non rendere evidente la tua invidia. Qui non ti confronti con lo scrittore faidasé che ha composto si e no un librticcino di poesie (la poesia la rispetto, ma quella Vera), qui ti raffronti con uno che sarà anche un emergente ma non è uno dei tanti. Se davvero avessi letto qualcosa di Valentini lo capiresti. O forse lo hai letto, ti brucia il sedere, e quindi la tua invidia ti consiglia di fare lo scemo? Affari tuoi ma questa non è casa tua: non sei desiderato. Il mio consiglio è di farti una belle seduta psicologica da qualche parte.

    Maria

    RispondiElimina
  71. Il post è un capolavoro alla Dick!

    Quanto al commento che volete che sia un cretino? MAssimo Valentini è così vero che è al di sopra delle vanità umane e anche delle frustrazioni. Sappi, caro sconosciuto, che Valentini non sarà mai il tuo scrittore preferito per una sola ragione: tu non pensi e non sai ma pensi di sapere! Buona vita e levati dai piedi.


    Laura

    RispondiElimina
  72. Non sono d'accordo sul cancellare il commento: noi fan non siamo idioti. Gli idioti si esprimono da trogloditi perché spinti dall'invidia palese. Sicuramente è una donna che pensava di valere ma che invece vale una cicca. Mi spiace per lei, ma Valentini non si compra, si può solo ammirare o disprezzare. In entrambi i casi lui resta tu voli via. Anzi, il tuo commento cara sconosciuta coraggiosa (hi hi hi hi) ricorda una vecchia canzone di Samuele Bersani: sei solo una candela di cera che si scioglie e non ci sei più. Tu non ci sei più...

    Mara

    RispondiElimina
  73. Valentini rules....

    Sara

    RispondiElimina
  74. Non riesco a scrivere il mio commento!!!!!
    Volevo dire che è troppa la considerazione data ai deficienti. Se dovessimo correre appresso a tutti i deficienti perderemmo il nostro tempo. Non sono dell'avviso di cancellare quel commento e anzi penso che Valentini si sia come sempre comportato bene. Certo, magari se dovesse ricapitare un'altra volta potrbbe decidere di ignorare la cosa, buoni si ma fessi no, ma per stavolta meglio di no. Così almeno chi passa di qui con l'intenzione dell'idiota sa cosa lo aspetta hahaha!!!


    Viviana

    RispondiElimina
  75. Ho visto Valentini ed Anto all'iper!!!!!

    Lara

    RispondiElimina
  76. Scusate ma ignorare gli idioti no?


    Vincenzo

    RispondiElimina
  77. Parliamo solo di Valentini....
    secondo me e' unico e inimitabile. Un onore sarebbe poterlo conoscere dal vivo

    Laura

    RispondiElimina
  78. Giusto e' solo il nostro idolo cio' di cui dobbiamo parlare. Gli altri parlassero della propria invidia.
    ps: secondo me e' una cretina che aspirava a conoscerlo ma e' rimasta all'asciutto!

    Sonia

    RispondiElimina
  79. Solo Valentini e' il nostro argomento, chiedo agli altri fan di parlare solo di questo

    Serena

    RispondiElimina
  80. Definizione di Valentini: Genio!

    Sonia

    RispondiElimina
  81. Verissimo! Questo blog è di Valentini non di quelli che lo invidiano. E comunque noi fan dobbiamo mostrare un comportamento diverso e più equilibrato di altri.

    Lorenzo

    RispondiElimina
  82. Il fatto è che quando qualche lurido invidioso dice la sua s@@@@@@@a quotidiana non riesco ad essere lucida. Se c'è una cosa che non tollero è l'ipocrisia di certa gente che, non avendo né arte ma solo prosopopea (frustrata) si concede il lusso di gettare fango su chi non può avere. Avete presente la classica favoletta della volpe che non arriva all'uva? Cmq gli altri fan hanno ragione: parliamo di Valentini e non degli invidiosi. :-)

    Monia

    RispondiElimina
  83. Lorenzo e gli altri hanno ragione da vendere. Chiedo però al Nostro di non postare più certi commenti di evidenti stupidi anche perché io, da fan, non posso accettare il comportamento del coatto pseudosofisticato che recita fesserie nascondendo la manina, cioè non firmandosi neanche.


    Sandra

    RispondiElimina
  84. La gente è invidiosa questa è la verità. Per me va benissimo parlare SOLO del nostro idolo. Ma gli altri prima di postare anche solo una parola si devono sciacquare la boccuccia che nella fattispecie non profuma di rose!


    Stella

    RispondiElimina
  85. Io adoro Valentini per come scrive e per la sua semplice modestia. Diciamo pure che in un mondo dove tutti sanno fare tutto senza saper fare niente quelli come Valentini sono ovviamente crirticati. Che poi sarebbe come dire che il mulo dà del lento a un ghepardo....assurdo!!!!!!

    Sonia

    RispondiElimina
  86. A nome del Fan CLub Massimo Valentini Pisa, desidero dire a chiare lettere che il nostro sostegno al nostro Autore è completo e indefesso. Aspettiamo con grande curiosità la pubblicazione, oltre che di "Gabbiani delle stelle", anche del romanzo di nuova generazione e poi procederemo all'invito ufficiale per una lezione dal vivo del nostro scrittore preferito.


    Margherita

    RispondiElimina
  87. ho visto Valentini con Anto all'iper... ero con una mia amica... wow :-)

    Sonia

    RispondiElimina
  88. Stamattina ero all'iper e ho visto Valentini verso le dodici. Secondo voi è giusto affermareche "visita" l'iper ogni domenica mattina, sul tardi? Curiosaaaaaaa.....

    Lina

    RispondiElimina
  89. Vorrei sapere se è possibile ottenere qualche news sui nuovi libri...

    Lea

    RispondiElimina
  90. Volevo sapere qualche novità editoriale o qualcosa sui tempi di "Primus"... Va bene che è un inedito ma questo libro è avvolto da tropppa riservatezza. E' possibile conoscerne almeno le fasi di avanzamento di valutazione? Sono molto curiosa e non so nulla di nulla!

    Serena

    RispondiElimina

Qui, se vorrete, potrete scrivere i vostri commenti. Vi attendo numerosi...